Passa ai contenuti principali

SOLUZIONI PER FITNESS A CASA

Aggiungi didascalia
Tre anni fa di questo periodo compravo l’ultimo abbonamento trimestrale in palestra, perché da lì a tre mesi, con Leo all’elementari e Teresa all’asilo, l’ora di pranzo che stavo dedicando allo sport, sarebbe andata a farsi benedire. 

Da allora è stato un susseguirsi di fai da te, home fitness puro, spesso improvvisato e per questo inefficace. Fino a che non mi sono imbattuta in un libro fighissimo con un programma di allenamento altrettanto figo e da lì è partita la mia “avventura” fitness che ha fatto di me una di quelle “fissate” che aspettano la seduta di allenamento come l’ora d’aria.

A quel primo programma ne sono seguiti tanti altri, tante schede di allenamento, challenge, focus e qualche App. Certo non stiamo parlando di un istruttore vero e so che la cosa migliore sarebbe essere seguiti da qualcuno esperto, ma che ci si creda o no, tempo per andare in palestra non ce l’ho e quel po' di tempo libero che mi rimane lo voglio passare con i miei figli e con mio marito che ormai incrocio di sfuggita.
Quindi la mia strada fitness è, e continuerà ad essere, questa. Voglio solo condividere qui il mio percorso, caso mai qualcuno si trovasse nella stessa barca e avesse voglia di provarci. 

Ho provato alcune APP, canali YouTube e siti. Vi dico cosa ne penso.

LE MIGLIORI SOLUZIONI PER IL FITNESS A CASA

APP NIKE TRAINING. Prima in assoluto, è gratuita, senza inserzioni pubblicitarie e pure completa ed efficace. Facile da scaricare e impostare, con un programma personalizzato e una raccolta di esercizi e allenamenti per tutte le esigenze che si aggiornano in base agli allenamenti svolti.

Se amate i video, e per chi è alle prime armi li consiglio, non potete perdervi IMPACTO TRAINING, allenamenti di 20 minuti ad alta intensità per accelerare il metabolismo. Venti minuti volano e tra tutti i video che ci sono, c’è da sbizzarrirsi. Per avere idee chiare sui programmi date un occhio su Fb a Ipacto Training (Forum).

Personalmente a me piace anche BARRE FITNESS forse per il mio passato di danza. In questo caso la maggior parte dei programmi è a pagamento ma su Youtube trovate tanti video gratuiti e soprattutto questa Challenge di 28 giorni con video così brevi che la scusa di non aver tempo qui non vale.

Alle appassionate di Yoga consiglio, l'APP ASANA REBEL, uno yoga ispirato al fitness che vi fa rà maledire ogni momento che avete passato sul divano, da quanto vi farà trovare rigide e legate…nessun problema un po' di costanza e diventerete Elastigirl. È a pagamento però, una tantum per sempre, e workout di tutti i tipi.

Yoga semigratuito lo trovate in GOTTA JOGA, dove gli esercizi base, adatti anche ai principianti sono gratuiti e l’impiego di tempo è veramente minimo.

Ora non basteranno di certo 10 minuti e forse nemmeno venti, di certo serve la costanza e un po' di attenzione su cosa mettete nel piatto, ma di certo è un buon punto da cui cominciare.


Commenti

  1. Io mi sono iscritta ad acquagymn io lunedì sera. Tra malattie dei bambini e riunioni di scuola sono andata pochissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Home fitness lo trovo comodo anche per questo, perché in caso di emergenza, ti puoi organizzare quando vuoi. Io ad esempio il sabato e la domenica recupero gli eventuali allenamenti non fatti nella settimana

      Elimina
  2. Molto interessante. Ho guardato quella di yoga, la prima da te indicata ma pare sia solo in inglese e se devo pensare a tradurre non riesco a seguire. Ti risulta? Quella della nike è in italiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no la App è in italiano e pure quella della Nike, tutto è in italiano a parte barrefitness

      Elimina
  3. Ohhh molto utile questo post (tra l'altro mi hai preceduto, ne avevo in programma anche io uno simile).
    Però le tue app sono diverse quindi devo provarle.
    Grazie mille

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.