Passa ai contenuti principali

UN COMPLEANNO, UN REGALO E LE COSE CHE NON SO

Umbria for mummy ha compiuto un anno, dodici mesi in cui Lucia ed io, abbiamo creduto fermamente che la giornata, per via di qualche miracolo, si sarebbe anche potuta allungare e che nel caso in cui ciò non fosse successo, allora ci saremmo adattate noi, ma che a quest'avventura non avremmo comunque rinunciato. 
È andata così: 24 ore son rimaste 24, noi ci siamo sdoppiate, abbiamo rinunciato a qualche ora di sonno ma abbiamo festeggiato orgogliose un anno di noi e per farlo ci siamo regalate un sito nuovo di zecca, più bello esteticamente è più facile da navigare, accessibile e utile anche per chi non vive nella nostra Regione. Dategli un'occhiata e, se vi va, diteci cosa ne pensate. Si accettano critiche, consigli e qualche pacca sulle spalle, perché il lavoro è tanto e il tempo sempre meno. 
Ho creato un account Instagram e sto studiando cosa farne.
In teoria sarebbe per condividere belle immagini di vita ma dire che non ho occhio per la fotografia è poca cosa, quindi, per ora, condivido scemenze di cui però vi garantisco l'originalità, seguitemi per questo e se qualcuno lo sa, mi spieghi con esempi elementari, come si fa a parlare per hashtag, cosa sono e soprattutto a che servono!

Tra Instagram e Pinterest dice esista una differenza, l'ho scoperto da poco e non ne sono nemmeno tanto sicura. Che ci fate voi con tutte quelle cose pinnate?

Mi arrivano un sacco di mail da social media manager, web content e writer. Chi sono? Cosa fanno? L'unica cosa che ho capito è che dovrei pagarli, per fare cosa però mi è ignoto.

Ho un pò di confusione virtuale, devo stilare un piano e vederci più chiaro. 
C'è un po’ di caos anche sul fronte "vita" in realtà, l'anno non è partito benissimo, e direi addirittura che gennaio si sta accartocciando su se stesso. Fisicamente sono piuttosto malconcia e non ho lucidità a sufficienza per attaccare. Devo ritagliare e incollare un centinaio di disegni su altrettanti cartoncini colorati e devo farlo in meno di una settimana. Dovrei richiamare in segreteria per una bega infinita sulle uscite anticipate dell'asilo. Mi son messa in lista per l'incontro con lo psicologo della scuola e ho preso due appuntamenti alla stessa ora ma in parti opposte della città. 

Lucia mi ha regalato una bomba oro Lush, mi sa che è arrivato il momento di usarla. 

Commenti

  1. Ah, quando hai capito la differenza tra Instagram e Pinterest e me la spieghi, mi fai un favore! :D
    Per il resto, mia cara, è proprio un periodaccio. Pensa a come son messa io, che c'ho pure il marito stremato dall'influenza. Su su. coraggio che ce la fai! E complimenti per Umbria for mummy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, guarda sotto il commento di Marina, e' stata chiarissima!!

      Elimina
  2. beh, differenze a parte...auguri e complimenti per questa nuova versione del sito!
    smack!!!

    RispondiElimina
  3. Quanto lavoro ragazze !!! Brave brave ! Un abbraccio e spero che gennaio si raddrizzi

    RispondiElimina
  4. Non ti ho mai sentita incasinata..ti ho sempre letta serena, tranquilla e senza pensieri..sei normale anche tu????
    Non riesco ad aiutarti su instagram e altro..uso solo facebook, twitter e blogspot..mmm..
    Buona serata
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non mi hai letta incasinata? In realtà mi riesce bene solo vivere nel caos!!

      Elimina
  5. Non conoscevo la precedente versione del sito, questa mi sembra molto carina e funzionale. Mi verrebbe voglia di fare anche a me un website "Toscany for mummy" ma per quanto mi sforzi non riesco a trovare una mamma/amica che voglia dedicare un po' di tempo a questa attività....
    Per ora...in futuro chissà!
    Vi abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un'esperienza magnifica ma che ti prende tempo ed energia, e' un secondo lavoro e non è sempre facile far coincidere tutto, però non ci rinuncerei!

      Elimina
  6. Ciao, provo io a spiegarti la differenza tra Instagram e Pinterest :-)
    Su Instagram, si dovrebbero condividere solo foto fatte da sé col cellulare (principalmente) e poi taggarle con i vari tag (che servono a ritrovare cliccandoci sopra tutte le foto di tutte le persone nel mondo che hanno usato quello stesso tag), io ad esempio uso questi tag: #damammaamamma (che uso per riconoscere le mie foto, tu potresti crearti il tuo tag #mammapiky) poi uso altri tag generici tipo #mammeblogger #instablogger #mammeduepuntozero, oppure puoi usare i tag delle varie community di mamme su Instagram, io ad esempio ho la mia community del profilo @mammaiutamamma, ed usiamo i tag #mamxmam e #mammaiutamamma, la community più famosa e "vecchia" è quella delle @instamamme, col tag #instamamme. Occhio però che usando questi tag delle varie community, autorizzi i resposabili della community a ripostare se la foto merita, la tua foto sul loro profilo (con i tuoi riferimenti) I tag in sostanza servono per dare visibilità alle tue foto e per trovare altri igers che ti piacciono da seguire, e se vedi delle foto che ti piacciono è buona regola di Instagram cliccare sul cuoricino!
    Pinterest lo uso meno, però da quello che ho capito, serve per cercare foto belle di cose che ti piacciono (es. arredamento, cucina, viaggi) pinnarli e "catalogarli" per poi poterli ritrovare quando ti serve sulla tua bacheca pinterest. Molto utile secondo me, con le foto delle ricette, Poi tu a tua volta puoi pinnare le tue foto del blog e se qualche altra persona ritiene bella la tua foto, la pinna.... insomma spero di essermi spiegata almeno un po' ... Intanto se vuoi su Instagram mi trovi come Marina_damammaamamma e @mammaiutamamma, seguimi e se hai bisogno, chiedi pure! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei stata chiara e precisa, proverò a mettere a punto queste informazioni e usarli in maniera corretta!!!

      Elimina
  7. Auguri a voi e bravissime! Davvero!

    RispondiElimina
  8. E siamo proprio una coppia... cmq la differenza tra i due volendo te la posso spiegare... per ora sono utile solo per quello!

    RispondiElimina
  9. Che dire! Siete super tutte e due! Ora vado a vedere il nuovo sito ˆ_ˆ

    RispondiElimina
  10. grandissime ragazze!!! un bacio e spero di rivedervi prima o poi:-))

    RispondiElimina
  11. Complimenti per l'energia e l'entusiasmo!!! Mi fai avere anche a me pochi grammi di quella sostanza che usi per avere tutte queste energie? Perché ti droghi, vero? Non ci può essere altra spiegazione :-D
    Scherzi a parte, veramente un bel lavoro, continua così!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si con maionese, Nutella e aranciata...non contemporaneamente!!!!

      Elimina
  12. Guarda, se scopri qualche cosa sugli hashtag, pinterest e integram dimmelo!
    Quanto al resto, secondo me siete fantastiche e ora vado a farmi un giro sul vostro nuovo sito!

    RispondiElimina
  13. Intanto auguri e spero di aver risolto un po' di problemi con la piattaforma blogger che non mi consente i commenti. Infatti ti leggo sempre ma e' d aun po' che una volta immesso il commento non mi viene pubblicato. Ora facciamo al prova del nove con la spiegazione di Pinterest. Io lo trovo uno spazio incredibile,ci trovi di tutto e per questo me ne sono innamorata. Il tuo spazio virtuale va organizzato in bacheche che tu crei secondo i tuoi interessi dove ci vai a catapultare tutto cio' che ricerchi. E' un pozzo di idee. I pin sono i post che tu pubblichi che automaticamenti possono essere pinnati da altri naviganti...spero di essere stata chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. yesssssss ce l'ho fatta :)

      Elimina
    2. Grazie Antonella, io ci sto ancora studiando ma è vero, è una raccolta di immagini bellissime!

      Elimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.