Passa ai contenuti principali

GLI INVISIBILI

 


Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata”...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20!

Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

Ora, siccome io mi ritengo una persona in grado di saper decodificare i messaggi e ragionare su motivazioni e conseguenze, e siccome non mi va di prendere per oro colato tutto quello che mi dicono, sapete come lo decodifico questo?

“Visto che non siamo stati in grado di tutelare la scuola come bene di primaria necessità per i vostri figli e per la società, visto che abbiamo passato sei mesi a ragionare sui banchi e sulle distanze ma ci sono sfuggite tante altre cose…vedi i mezzi pubblici…e visto che non abbiamo nessuna intenzione di rimetterci la faccia chiudendo gli istituti…ecco a voi un’altra regala a minchiam per i vostri ragazzi, del quale continuiamo a disinteressarci da sei mesi a questa parte”.

Li hanno ignorati, li hanno immobilizzati, rinchiusi in casa, non possono vedere amici, non possono incontrare i nonni, nemmeno i cugini, non possono abbracciarsi, non possono fare sport ne andare per parchi, ora li hanno anche ammutoliti. Li considerano invisibili. 

Ma quale prezzo dovranno ancora pagare questi bambini, perché qualcuno si accorga di loro? E perché si decida di tenerli in considerazione nelle decisioni e nelle scelte?

Ma è giusto continuare con la nenia che “I bambini si adattano meglio degli adulti”. E’ così davvero?

Glielo abbiamo chiesto? E soprattutto hanno avuto scelta?

Sono arrabbiata, tanto arrabbiata e spero che loro si vergognino

 

Commenti

  1. tutti sono arrabbiati
    fai delle proposte
    perchè di rabbia ne leggo tanta ma proposte zero
    per esempio: tu serenamente li porteresti i tuoi figli che vanno a scuola a trovare i nonni, che magari hanno qualche menata dell'anziano (banalmente: la pressione alta)?
    scusami, ma sono settimane che sento tutti lamentarsi e criticare e nessuno proporre. E non dico che il governo stia facendo bene o male, solo che potrebbero esserci idee migliori, ma se a nessuno ne vengono ecco, magari non ci sono... Forse sono stanca pure io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proposte purtroppo ormai non se ne possono fare...siamo in emergenza tale e quale a marzo e per cui è inevitabile che si stringa la cinghia sempre più ma quello che mi delude maggiormente è che siccome di seconda ondata si parla da sei mesi, un rinforzino agli argini del fiume si poteva anche dare, magari sarebbe servito ad evitare di ritrovarci di nuovo negli stessi panni. In questi sei mesi io ho visto tutto il settore privato adeguarsi, a norme, limiti, restringimenti, tanti sacrifici economici e non solo. Sono circondata di esempi, io sono uno di quelli, di chi responsabilmente ha messo tutto quello che poteva al servizio di questa causa. Non ho visto altrettanto nel pubblico, non un autobus in più, mancano i maestri, agli ospedali ci pensiamo ora (da noi è così) ...forse e dico forse, con qualche accorgimento in più, non saremmo di nuovo a questo punto, e magari qualche regola a cavolo (tipo la mascherina per i bambini) si sarebbe potuta evitare. Stiamo di nuovo mettendo le pezze ai buchi e questo mi fa rabbia perché poi a rimetterci siamo tutti quanti ma se di me, adulto, alla fine me ne faccio una ragione, per loro, i piccoli, mi indigno.
      Capisco che siamo in "emergenza" ma non si può dire che va sempre tutto bene e rassegnarci ad ogni cosa. Le lamentele per forza non si placano...anzi direi "per fortuna".

      Elimina
    2. condivido che non va bene niente, altro che "andrà tutto bene"
      condivido la questione mezzi pubblici.
      sul fatto che il privato si sia messo a norma velocemente mi sento di dissentire. La mia azienda, peresempio, pur potendo far lavorare tutti in smartworking ci ha fatto rientrare in sede, sebbene a turni, senza un motivo valido di produttività (almeno non per tutti)
      così come certi locali (ristoranti e bar) soprattutto nelle zone di uffici, si sono limitati a mettere uno schermo di plexiglass davanti alla cassa, ma poi vedevi camerieri con la mascherina sul mento e tavolini tutti appiccicati con commensali ovviamente non congiunti (essendo colleghi)
      Poi per carità, tantissimi si saranno adeguati a tutte le norme e come al solito per colpa di qualcuno ci si rimette tutti. Però scusami se non ci sto a dire che è solo colpa del pubblico mentre il privato si è messo a norma. Al massimo possiamo dire che dopo il primo periodo si è smesso di controllare che il privato si fosse messo a norma, ci siamo sentiti sicuri e ci siamo sentiti autorizzati a derogare.

      Elimina
    3. @trasparelena: pero' la responsabilità dei controlli è pubblica. Ti faccio l'esempio delle palestre: hanno fatto una settimana di controlli e in Piemonte e VDA non ne hanno beccata una da sanzionare. Eppure sono chiuse. Qualche bar o ristorante non rispetta le regole? Multateli ma lasciate lavorare gli altri. Qui nella mia zona ti danno la multa se ti siedi su una panchina con il giornale da solo e a distanza, sul lungomare a Napoli dalle immagini del TG ieri era il delirio. E' colpa mia, degli altri napoletani che stavano a casa loro? No, di quelli in giro sì ma sono la minoranza e sta allo Stato, che ha questo potere, sanzionarli, invece di rompere i maroni agli altri! E poi dimmi: che cavolo serve la mascherina seduti al banco? A nulla? Se è così, perchè mettere la regola? C'è qualcuno che si è infettato in piscina? Se sì, le chiudi, se no o non lo sai, non lo fai. E' questo che fa rabbia, caspiterina! Io sono d'accordo con Maria Elena, al 100%

      Elimina
    4. La mascherina al banco non serve e non porterà un cambio nei numeri perché è del tutto ininfluente sul contagio visto che in classe i bambini vivono una vita da caserma...con le finestre spalancate tra l'altro in modo che ogni settimana cade malata metà classe...ma va bhe sorvoliamo...

      Elimina
    5. In quanto al pubblico da noi purtroppo è così...non ci sono state azioni da marzo di nessun genere...pensiamo a tutto ora mentre per il privato, posso portare la testimonianza che qui tanti, quasi tutti, hanno mosso il sedere dalla sedia...poi è chiaro che la coscienza non è la stessa per tutti e che purtroppo lo stato di emergenza protratto per così tanti mesi fa si che anche chi rispettava, ora non lo fa più, ma con degli argini più potenti, forse i numeri potevano essere diversi

      Elimina
  2. Io non ne posso più. Di mascherine, distanziamento e regole del piffero, applicate in modo disomogeneo perchè le sanzioni sono rimesse al libero arbitrio ed all'interpretazione di Forze dell'Ordine che, anzichè fare il loro lavoro, sono costrette a fare i guardiani dei cittadini. Ormai vedo una volante e penso: "Arrivano i nemici!", quando fino a qualche mese fa per me erano "amici" dei cittadini al nostro servizio. Non ascolto più i tg, mi sono autolimitata il tempo da dedicare a leggere le notizie on line, se no non vivo più. I miei bambini soffrono, la mia professione, per quanto mi riguarda, soffre. Ogni giorno un protocollo o una comunicazione diversa dai Tribunali in cui opero, udienze rinviate, trasformate in cartacee, altre che si fanno, tutto a discrezione del Presidente del Tribunale di turno o del singolo magistrato. Clienti terrorizzati o sfiduciati e io che non so più predire neanche cosa sarà fra due giorni. I bambini? Sono stati reclusi quanto e più di tutte le altre classi di età ma nessuno al Governo si è levato in loro difesa.Tutte le discussioni sulla legittimità di porre limiti allo spostamento dei solo anziani, le hanno fatto a marzo- aprile per i bambini? Le fanno ora per gli adolescenti? Macchè! L'Italia è un paese di vecchi che comandano infischiandosene degli altri, che per contro sono incapaci di rispettarli e proteggerli efficacemente. Anche io sono arrabbiata e stanca. E al prossimo che mi dice: "Eh, vabbè, i bambini si adattano", tiro una bastonata in testa..che si adattino al bernoccolo, prendendo esempio dai bambini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tg non mi interessano, leggo qualche cosa di scelto e selezionato e vado alla ricerca di informazioni per conto mio...mi sono andata a leggere ad esempio tutte le relazioni di quest'entità che è il Comitato Tecnico scientifico

      Elimina
    2. @Mamma piky. Io leggo le pillole di ottmismo su facebook, o meglio leggevo, perchè anche lì adesso c'è di tutto. E poi on line cerco i quotidiani svizzeri e francesi, per capire un po' le notizie se sono diverse e respirare "un'altra aria"

      Elimina
  3. Ciao a tutti, sono così entusiasta che mio marito sia tornato dopo avermi lasciato per un'altra donna. Mio marito aveva una relazione con un collega di lavoro e io amo così tanto mio marito ma mi tradiva con il suo collega e questa ragazza penso che usi la stregoneria o la magia nera su mio marito per fargli odiare me e questo era così critico e fuori luogo, piango tutto il giorno e la notte perché Dio mi mandi un aiutante per riportare indietro mio marito! Ero davvero arrabbiato e avevo bisogno di aiuto, quindi ho cercato aiuto online e mi sono imbattuto in un sito Web che suggeriva che il dottor Wealthy può aiutare a riavere un ex fidanzato velocemente. Quindi, ho sentito di dovergli provare. L'ho contattato e mi ha detto cosa fare e l'ho fatto, poi ha fatto un incantesimo d'amore per me. 22 ore dopo, mio ​​marito mi ha davvero chiamato e mi ha detto che gli mancavo così tanto, Oh mio Dio! Ero così felice, e oggi sono di nuovo felice con il mio uomo e stiamo vivendo gioiosamente insieme e ringrazio il potente incantatore Dr.Wealthy, è così potente e ho deciso di condividere la mia storia qui. se sei qui e il tuo amante ti rifiuta, o tuo marito si è trasferito da un'altra donna, non piangere più, contatta subito il dottor Wealthy per chiedere aiuto. Ecco la sua email, wealthylovespell@gmail.com
    Esegue anche il seguente incantesimo
    Incantesimo di gravidanza
    Incantesimo d'amore
    Incantesimo di ingrandimento del pene
    herpes
    Incantesimo vincente
    Il suo WhatsApp + 2348105150446

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti, voglio che il mondo intero sappia come il dottor Great ha ripristinato la mia relazione rotta con Wayne. Stiamo insieme da 3 anni e mi ha detto che non mi ama più come una volta. Le cose non sono andate bene per circa 4 mesi e ha concluso questo circa 2 settimane fa. Ero infelice e semplicemente non voglio più andare avanti. Gli ho mandato un messaggio subito dopo, ma non mi ha nemmeno risposto. Un giorno stavo cercando un modo per riportarlo su Internet quando ho visto un post di una signora che testimoniava di come un incantatore d'amore chiamato Dr Great l'ha aiutata a riavere il suo ex, ero così disperato per riaverlo indietro Gli ho mandato un messaggio e gli ho spiegato la mia situazione e lui mi ha incaricato di fare qualcosa che ho fatto e 24 ore dopo il mio ragazzo Wayne è tornato inginocchiato e implorando il mio perdono e io lo perdono e la nostra relazione è tornata alla normalità, se il tuo ex ha rotto con te o hai qualche problema, il tuo problema è giunto alla fine perché il dottor Great può risolvere tutti i problemi di matrimonio e di relazione. Se hai bisogno del suo aiuto urgente, mandagli una email a

    infinitylovespell@gmail.com OPPURE infinitylovespell@yahoo.com

    Puoi anche chiamarlo o aggiungerlo su WhatsApp +2348118829899

    BLOG http://infinitylovespell1.blogspot.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.