Passa ai contenuti principali

RIMEDI NATURALI CONTRO L'INFLUENZA

Quest'influenza ci ha messo a dura prova, in verità lo sta facendo tuttora e molti sintomi non accennano a passare. Colpito e affondato anche il quarto componente della famiglia: il Principe si aggira per casa seminando bacilli e con sguardo perso nel vuoto. 
Nella mensola della cucina troneggiano: un paio di flaconi di antibiotico, paracetamolo in diverse forme, vitamine per tutte le età, fermenti lattici in gocce, un termometro fuori uso, uno illegale, sedativi per la tosse e litri di fisiologica. 
Le notti sono lunghe e tormentate, con risvegli ciclici, a turni o in contemporanea e un pellegrinaggio costante che anima le stanze. Siamo stati tutti visitati, ispezionati e dichiarati "fuori pericolo" ma la situazione non migliora. Saggia soluzione sarebbe attendere e dare al corpo il tempo di reagire e di difendersi, lasciando fare agli anticorpi quello per cui sono stati progettati. La realtà però è che sul fronte pazienza, soprattutto quando si tratta di malattie, non sono allenata e per me, febbre, tosse, raffreddore e simili, sono nemici da combattere, e da sconfiggere nel più breve tempo possibile. Vedere i miei figli non star bene mi fa sragionare, la mancanza di sonno e riposo mi devasta e l'inevitabile scompiglio della quotidianità m’innervosisce pure, mandandomi in cerca di rimedi naturali e della nonna che possano fare qualche cosa, la dove le medicine hanno fallito. Ecco cosa ho trovato.

Per abbassare la febbre:

- Bagnare caviglie, polsi, fronte e colle con un panno umido, impacchi di acqua fresca su tutto il corpo sono d'aiuto così come non tenere troppo coperto il febbricitante. Su questo punto siamo già attrezzati e i due minori camminano a piedi nudi neanche fossimo in pieno agosto. 

- Mangiare ghiaccioli. Lì per lì mi è sembrata una scemata ma in realtà il consiglio è saggio, in fondo si tratta di introdurre liquidi e zuccheri, indispensabili contro la disidratazione dell'influenza.
- Bere tisana per stimolare la sudorazione e far scendere così la temperatura, mi hanno consigliato salva e melissa: è imbevibile.

Per combattere il raffreddore:
-Suffimigi sale grosso e bicarbonato. L’ho usato un paio di volte per me e ne è venuta fuori anche una pulizia del viso fuori programma.
Per la tosse:
Bere molto, mangiare miele e caramelle al limone. Aprire i rubinetti dell’acqua calda e respirare il vapore. Usare una pomata a base di mentolo da spalmare sul petto e tenere una cipolla tagliata a metà sul comodino per calmare la tosse notturna.

Riepilogando, ho fatto la lista della spesa: acqua, sale, bicarbonato, melissa, cipolla, limone, ghiaccio e salvia…no non è una ricetta!
https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif


Commenti

  1. Hai proprio ragione, anche io in quanto a pazienza faccio molta fatica quando si tratta dei bambini. Li vorresti far guarire il prima possibile e vai subito con la chimica... invece a sapere cosa fare si può comunque aiutarli in maniera più naturale :-)
    (se ci vuole l'antibiotico, ci vuole l'antibiotico, ma per tosse e raffreddore si può scegliere!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte volte ho trovato più benefici nei lavaggi nasali ed in altri rimedi homemade che nel più completo antibiotico!

      Elimina
  2. Ma sai che invece i dottori qui mi insistono di lasciarla sfogare la febbre. Almeno finché non oltrepassa i 39.
    Ti consiglio infusione di zenzero fresco con aggiunta di limone prima di bere. E miele se ti piace. Anche timo se i problemi sono ai bronchi e vie respiratorie, ma anche questo lo trovo imbevibile!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che la febbre e' un meccanismo di difesa dell'organismo e che dovrebbe essere vista come un alleato del nostro corpo ma se sale io non ce la faccio a non intervenire. La mia paura più grande sono le convulsioni febbrili e per questo tendo a tenerla bassa.

      Elimina
  3. Anche io ti consiglio zenzero e limone. Noi ne usiamo in quantità industriali!!! Un bacio dalla capitale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma e' un rimedio per la tosse? Ci fai una tisana? Dimmi come e la preparo anche per me.

      Elimina
    2. tutte le mattine beviamo spremuta di limone+arancia+zenzero grattato. a volte nel pomeriggio sera tisana a base di limone spremuto e zenzero.

      Elimina
  4. Avrei una perplessità sulla cipolla sul comodino.....ti passerà pure la tosse, ma passi la notte a lacrimare e al risveglio non apri più le palpebre!!! ;-)) mia mamma la tagliava a fette la metteva nel latte in frigorifero, se ci veniva la tosse ci dava un paio di cucchiai del latte (na schifezza immane), forse per disperazione, ma la tosse passava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda questa della cipolla dice funzioni alla grande ma io non ho ancora avuto il coraggio di provarci!

      Elimina
  5. Non voglio leggere il tuo post. Ho letto l'altro e dopo il commento l'influenza è arrivata a casa nostra. ne ho scirtto oggi nel blog e sei citata ahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto,proprio ora e spero che nel frattempo sia in via di guarigione, noi ancora siamo mezza roba!

      Elimina
  6. Ecco la cavia: ho fatto i fumenti e sono serviti. La cipolla sul comodino, però, non ce la posso fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I suffimigi per la tosse sono una manna, va da se che i piccoli non ne vogliono sapere di farli, come l'aerosol del resto!

      Elimina
  7. Ti prego, noooo! Ho già il Fatalista che mi chiede ogni minuto se voglio il decotto aglio e limone!!! Non ce la faccio piùùùùùùù!
    A parte gli scherzi: post interessante, alcune le sapevo, altre non le immaginavo proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad ogni influenza ne scopro di nuove anch'io alla fine con tutti questi rimedi, qualcosa di buono deve pur venir fuori.

      Elimina
  8. Sciroppo di gemme di pino per il mal di gola, propoli e il caro vecchio latte caldo, miele e cognac (ovviamente solo per adulti!!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Latte caldo, miele e cognac lo berrei anche solo per la gola che mi fa!

      Elimina
  9. mi ripeto: tu parli della mia vita...
    ma manca lo sciroppo di rape che...per la tosse funziona davvero!
    Prendi un paio di rape rosse e le tagli a fette di un paio di millimetri. Adagi le fette in una insalatiera facendo uno strato di rape e uno di zucchero (se di canna è meglio). Fiiti gli strati ci appoggi un piatto e sopra una pentola piena di acqua. Serve per pressare il tutto, anche se in realtà la produzione c'è comunque. dopo qualche ora si forma uno sciroppo dal guto discutibile. Io lo trangugio per necessità, i miei figli lo adorano. E calma la tosse. Non abusarne pechè ha ottomila calorie... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo rimedio con le rape e' davvero una novità, mi pare anche a me dal gusto discutibile ma me lo segno nel libro di ricette! Grazie!

      Elimina
  10. Quella della cipolla non la sapevo! Ma tu l'hai provata? Funziona? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, non ho avuto coraggio ma pare sia miracolosa!

      Elimina
  11. Ciao cara, buon sabato..una cosa tremenda sta influenza in casa tua, mannaccia!!
    Che ridere la tachipirina in vari formati..anche a casa mia non manca..tra pastiglie, bustine, gocce e supposte..i rimedi naturali che hai scritto sono molto utili..io uso mettere il balsamo all'olio31 della just sotto i piedi sia di mio figlio che di noi adulti..
    Un abbraccio e un augurio per il Principe!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se potessi vedere cosa ho sulla mensola in cucina, ti stupiresti! Sembra una farmacia!

      Elimina
  12. A me manca solo da provare il plutonio poi credo di averle fatte tutte!! Tempo, ci vuole solo tempo e riposo...buahahahah!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao, ho scelto questo post per la mia Top of the post della settimana :-)

    http://www.damammaamamma.net/2015/01/top-of-the-post-26-gennaio-2015.html

    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!! Spero che sia d'aiuto a chi sta combattendo proprio contro questa influenza che non pare passare!

      Elimina
  14. Mi spaventa solo quella cipolla tagliata sul comodino per calmare la tosse, ma se mi dice che veramente porta effetti positivi la prossima volta la provo!
    In bocca al lupo a tutti e un abbraccio al mentolo!

    RispondiElimina
  15. quando michy aveva tre anni e si ammalava di continuo, nella disperazione ho provato anche a mettere la cipolla sotto al suo letto e al nostro. ma non ho mai capito se funziona.

    RispondiElimina
  16. Mi sono appena beccata il mal di gola.....ho messo qualche fettina di cipolla in una ciotola con del miele e ce l'ho avcanto al comodino....vediamo domattina....in camera sinsente l'odore della cipolla ma pazienza.....domattina berrò il succo. Vi saprò dire

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.