Passa ai contenuti principali

I READ ... SOTTO L'OMBRELLONE


Mi sto convertendo al kindle... piano piano eh che sono una tradizionalista e amante della copertina rigida.
A dirla tutta il fatto è che così posso leggere in tranquillità senza tenere accesa l'abat jour accanto al letto ed evitando così il rischio di svegliare la piccola urlatrice, che ha da sempre un sonno molto leggero.

Cosa sto leggendo? Veramente un po' di tutto ed anche mix nei generi (a costo simbolico o addirittura gratis tutti su Amazon).

Da poco ho scoperto il blog di AnarchicolfAnonima: due ragazze che dopo essere diventate mamme sono state catapultate fuori dal mondo del lavoro e si sono reinventate colf per contribuire al ménage familiare e riuscire a conciliare tutto. Nel corso delle loro giornate da colf ne hanno viste e sentite così tante che hanno scritto un libro Cercasi colf. Pagamento metà in contanti e metà in natura. Io l'ho comprato e mi sto sganasciando nel leggerlo. (€ 0.89 formato Kindle)


Per deformazione professionale, mi sono scaricata pure Studio illegale, mi è bastato il capitolo “Lei non sa chi sono io”, per decidere che sarà uno spasso e che me lo voglio godere sotto l’ombrellone o sotto le stelle, vedremo, devo essere predisposta alla risata, all’ironia e non essere in una fase di permalosità per leggerlo con il giusto spirito, e in questi giorni non lo sono.(€ 0,00 formato Kindle)
Ho anche comprato roba seria eh tipo Il grande Gatsby. Un classico lo so, che però non ho mai letto. Forse Fitzgerald è troppo per una vacanza al mare, ma io l’ho messo li, non si sa mai.(€ 0,00 formato kindle)
Non lo so come, ma mi è presa anche la mia dei manuali di studio, questo mondo di blog voglio capirlo un po' di più e, anche se è un hobby, vedere se posso migliorare. Per questo mi son presa Bloggare alla grande e Vita da blogger, vediamo cosa imparo (€0.99 il primo e € 0.89 il secondo)
Infine ho due chicche, che a perderle è da incoscienti Chiudi gli occhi di Simona Fruzzetti e, unico esemplare cartaceo per quest'estate 2014, le Mamme nel Deserto Ma come ci siamo finite in Kwait.
Non ho la pretesa di leggerli tutti in un paio di settimane ma di sicuro saranno ottimi compagni di viaggio.

Commenti

  1. Guarda, il kindle è uno dei prossimi acquisti che farò. Troppo comodo. E hai fatto bene a scegliere per la maggior parte libri comici, d'estate sono l'ideale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oramai o libri comici o libri su bambini, altro non riesco a leggere...oltre ovviamente a libri di favole che non mancano mai!

      Elimina
  2. Cara grazie ! Che bello ... Ora mi scarico invece gli altri !!! Facci sapere ....e buona lettura !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So già che il vostro e' fantastico e magari dopo averlo letto ci finisco pure io in Kwait!

      Elimina
  3. Sono tentata dal kindle...però non so: è che dei libri mi piace terribilmente anche la sensazione di girare pagina, l'odore della carta; sono strana, lo so; bah! Forse dovrei almeno provare, tante volte la mia è solo diffidenza iniziale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! Però il kindle e' comodo e per questo piano piano mi sta conquistando! Benvenuta!

      Elimina
  4. Da quando mi è stato regalato kindle non lo lascio più :-)))
    E' fantastico, e te lo dice un'amante del cartaceo legata ai libri da una sempre, nella vita professionale e non solo. Ne sono rimasta talmente tanto entusiasta, che ho scritto anche una recensione sul mio blog, ovviamente molto positiva:-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro cartaceo ha sempre il suo fascino, sfogliare le pagine, accarezzare la copertina, sentire il profumo, tutto questo il kindle non ce l'ha, ma vuoi mettere la comodità?!?!

      Elimina
  5. Grazie mammapiky, sei sempre molto carina. In effetti con il kindle non si deve lasciare la luce accesa, e questo mi piace assai. Ciao, un abbraccione e grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vostro libro mi ha fatto ridere tanto ma fa riflettere sulla tragicità della mente umana!

      Elimina
  6. buongiooooorno ^_^
    ottime dritte, ok, il kindle non ce l'ho, ma quelli che non conosco sono comunque stati recensiti benissimo! quindi... buona lettura!
    cioe'.. tu riesci a leggere in spiaggia? beata te ;-) io solo di notte con la piletta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è' più una speranza...al ritorno ti dico come e' andata!

      Elimina
  7. Il grande Gabtsy non e che mi sia piaciuto molto però bisogna leggerlo una volta nella vita, secondo me.
    Studio illegale e' bellissimo, anche se deprimente. ne avevo parlato in un venerdì del libro. poi per te che conosci l'ambiente sarà ancora più interessante.
    Ma come ci siamo finite in Kuwait lo sto divorando....strepitoso!!!!
    Quello delle colf che consigli...vado subito a cercarlo!!!!
    Ho bisogno di risate, visto che non c'è neppure il sole!
    buone letture!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grande Gatsby alla fine e' un libro triste e l'ho sempre letto come la storia di una sconfitta.

      Elimina
    2. Io non potrei più fare a meno del mio kindle! Ti capisco...bello!
      Vivy

      Elimina
  8. Io sono ancora sul cartaceo, prima o poi capitolerò anch'io al Kindle, ma per ora le incursioni in biblioteca con Miciomao mi piacciono troppo.
    Buona lettura.
    Il libro delle mamme nel deserto leggilo per primo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà son passata al kindle per comodità perché il fascino che ha la carta non e' paragonabile! Immagino il libro di Dru e Mimma, strepitoso!

      Elimina
  9. Grazie meravigliosa Mamma Piky!!!!
    Lo sai che il Grande Gatsby l'ho scaricato qualche mese fa ma non ho ancora avuto la forza di leggerlo.
    Seguirò gli altri tuoi consigli di lettura e li scarico appena riesco.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi fiondo sul vostro...ho aspettato il momento giusto per godermelo meglio!

      Elimina
  10. In questo periodo sto leggendo un sacco anche io, anche se per ora rimango sul formato cartaceo. Buona lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa leggi? Dimmi dimmi che io prendo appunti e segno!

      Elimina
    2. Se hai tempo di passare dal mio blog parlo delle mie letture negli ultimi post :-)

      Elimina
  11. Io ormai il mio Kobo lo porto con me dappertutto, quest'estate grazie a lui ho letto tantissimo e ho ancora tantissimi libri da leggere...peccato che leggi il formato Kindle che non legge i formati epub e pdf se no avrei una marea di ebook da passarti!!!
    P.S: ti è arrivata la busta che ti ho spedito???
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci capisco ancora molto a come funziona, appena divento pratica ti faccio sapere!

      Elimina
  12. Tesora spero tanto che anche questo ti piaccia!Intanto un abbraccio afoso ma pieno di affetto! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la sensazione che sarà molto diverso dal primo ma sono certa che mi piacerà!

      Elimina
  13. io sono rimasta senza, il mio kobo si è rotto nella borsa del mare. Domani è un mese che sono senza e sto per impazzire, una volta avviata la lettura digitale il ritorno alla carta è veramente traumatico !!!!! Buone vacanze e buona Lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho notato che da dipendenza, ho iniziato con un titolo ed ora starei a scaricarne di continuo!

      Elimina

  14. tutti parlano del kindle.... ma adire il vero da quando c'è la piccola non ho più tempo per leggere purtroppo ma dev ocercare di ritagliarmelo, considerando che la lettura è una mia grande passione!




    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/in-out/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un'ottima soluzione per avere sempre qualcosa con te!

      Elimina
  15. come mi sono convertita allo shopping online prima o poi mi convertirò al kindle. anche perchè i libri pesano troppo quando si va in vacanza in aereo e ogni volta la solita domanda di mio marito:"ma quanti libri ti porti???"

    RispondiElimina
  16. ciao carissima, ripasso
    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/regalo-per-divissima/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  17. Io non ho ancora un e-reader. Domanda: su kindle girano tutti i formati di ebook o solo quelli acquistati su Amazon?grazie

    RispondiElimina
  18. Il Kindle ormai mi ha conquistata! E anch'io sono un'appassionata di lettura su carta, frequento la biblioteca e scambio libri... ma è indubbia la sua immensa comodità! Anche quando si vuole fare un giretto e la tua borsa contiene più giochi e salviettine che altro, in pochissimo spazio ci si porta dietro un tesoro sempre pronto alla lettura (sia mai che la tata pisoli mezz'ora!!! ).
    :-)

    Scherzi a parte, mi riaggiorno un pò con il tuo blog, ne esco da un periodo durissimo e ho ripreso a scrivere... un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.