Passa ai contenuti principali

GRAVIDANZA, MATERNITA' ..e quel che ne rimane.


Si diventa mamme e si cambia. Tanto. E' inevitabile, lo sappiamo.
Dal punto di vista emozionale non c'è dubbio, sulla maturità neanche a dirlo, la responsabilità ti fa crescere e meno male, non si fa più la vita di prima, si esce di meno, si sclera di più e bla bla...potremmo scriverci un poema.
Chi si dichiara contenta, chi storce il naso, chi sa che fa parte delle regole del gioco e chi si è rassegnata.
Io ad esempio son soddisfatta e molto, Piky era uno spasso ma Mamma Piky mi piace di più.

Quello che però non mi sta tanto bene, diciamo che non mi va giù e che ne avrei fatto volentieri a meno, è il cambiamento fisico, perché c'è anche quello e non è conseguenza solo dell'età che va avanti.

Gravidanza e maternità lasciano, oltre a figli nuovi di zecca, anche dei bei segni, non c'è dubbio 

Dunque, a un anno dal mio secondo parto, faccio un check up e vi riporto i risultati.
Guardandomi allo specchio, non quello interiore ma quello del bagno, parto dall'alto e esteticamente, trovo: perdita di capelli, come mazzi di asparagi, per fortuna ne ho tanti e non si nota granché, ma credetemi è realtà, e la stagione delle castagne è finita da un pezzo.

Quelli che per "tigna" hanno deciso di rimanere, virano verso il bianco fosforescente, e non so perché, son posizionati tutti sul davanti che non li puoi nemmeno camuffare ma solo colorare, "Usa il "rimmel" mi fa la parrucchiera...c'ho provato ed ho fatto un casino! In più son diventati secchi come una scopa di sagina, ci son giorni che in testa ho un covone di paglia e non è un bel vedere.
Scendendo, mi fermo al viso, ho perennemente le occhiaie ( per ovvie ragioni) ed il correttore della migliore marca, non serve praticamente a niente, meglio lasciarle al naturale altrimenti si aggiungono pure  le zampe di gallina.
Scendo ancora, sorvolo il collo che non lo voglio nemmeno guardare, e mi fermo al seno: due prugne che stanno larghe in una seconda. Ma il latte non doveva regalare floridi balconi?!?!

Poi le mani o meglio le unghia, le guardo e loro fiuuuu si sfaldano, spezzano, volatizzano.

Poi Pancia, fianchi, lato B...io non ho più nulla. Non direi che sono magra, direi più che altro che sono "consumata", un mucchietto d'ossi messo li.
Colorito spento, pelle secca e tombola: ho riempito il tabellone.


Ho anche qualche acciacco nuovo e pure gusti alimentari cambiati, vivrei di aranciata, gelato e maionese. Tutta roba che da il cattivo esempio.

Però l'estate è vicina, i vestiti si assottigliano ed io a questa decadenza non voglio rassegnarmi.

Mi serve un piano, di quelli seri, un appuntamento con il parrucchiere, forse più di uno con l'estetista e se possibile, un guardaroba nuovo. Poi si sa le materie per prepararsi alla prova costume sono le solite tre: alimentazione, sport e sonno ristoratore ma io questa notte sono stata svegliata un numero di volte considerabile "reato", lo sport, nella delirio della mia giornata, non c'entra e mentre scrivo questo post, sto bevendo Coca Cola!

Commenti

  1. Non parlarmi di capelli, se non ne avessi tantissimi e di più a quest'ora sarei calva!!
    Beh, io pancia fianchi e sedere li ho tutti, anzi ne vuoi un po' che mi avanzano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un modo o nell'altro questi figli ci hanno segnato.

      Elimina
  2. Io per i capelli ho fatto una cura di integratori presi in farmacia per unghie e capelli, la marca non la ricordo ma quando posso guardo e ti dico.e' fondamentale e mi ha salvata...
    per il resto io adesso inizio a vedermi fi nuovo la pancia più o meno piatta...2 anni, una sola figlia...quindi taaanta pazienza, e 15 minuti di addominali almeno 3 volte alla settimana, per pulirsi la coscienza :)
    darling

    RispondiElimina
  3. è vero, condivido cara. la gravidanza ti cambia assolutamente il fisico. e poi ho sempre questo maledetto mal di schiena..

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/vive-france/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mal di schiena e la sciatica non mi abbandona dalla prima gravidanza, oramai non ci faccio quasi più caso!

      Elimina
  4. vai a correre, come me, alle 6 del mattino, un paio di volte a settimana ... all'epoca quando ho cominciato non dormivo comunque, stravolta come ero fra un risveglio e l'altro, e così alla fine mi ritagliavo un paio di ore a settimana solo per me, musica a palla e un po' di stress accumulato da smaltire.. io sono rinata, loro hanno iniziato a dormire e ora non mi pesa neanche più, anzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle sei io ho la mia normale sveglia, per andare a correre dovrei puntarla alle quattro...no, non ce la posso fare, però un po' di sport mi aiuterebbe di certo.

      Elimina
  5. Ma lo sai che a me è successa la stessa cosa con i capelli, non solo cadevano a ciuffi ma si sono lisciati molto (veramente era più crespo che liscio!). A distanza di quasi 10 anni ho ritrovato i miei capelli di un tempo, più resistenti e mossi il giusto. Sul resto non mi pronuncio, a me ha fatto ingrassare la maternità non certo la gravidanza, il metabolismo è morto sotto il peso dello stress :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i capelli dovrò provare una cura perché sono veramente rovinati.

      Elimina
  6. Ma abbiamo tutte lo stesso problema? Io di capelli ne ho pochi, più quelli che ho perso sembro un pulcino spennato. Infatti vado di extention con le clip. Ci sentiamo tutte una cacca ;(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché il tempo per curarsi di più non c'è e la stanchezza fa il resto.

      Elimina
  7. Anche io perdo un sacco di capelli ma avendone tanti fortuna che non si nota...e anche qui occhiaia che non abbandonano...mi consolo eh? Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consolati..il viaggio e' lo stesso per tutte!

      Elimina
  8. uh, io niente perdita di capelli, per fortuna, e per quanto riguarda la pancia ho il problema contrario al tuo, visto che si è dilatata...
    Per tutto il resto, invece, eccomi presente!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non è' che mi lamento della pancia che non c'è se fosse tonica ed in forma...ma forse è' chiedere troppo!

      Elimina
  9. voglio il tuo mucchietto di ossa...capelli tornati belli dopo 2....ma pure a me la maternità ingrassa. non dormire...non avere tempo per andare in gym, ma sopratutto la stanchezza mi fanno perdere il controllo sulla mia fame....ahhhhhhhhhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me succede di scordarmi dei pasti, il pranzo specialmente, la cena più sono così stanca che la salterei a piedi pari, se non fosse per i figli!

      Elimina
  10. Quella delle tette è fantasia! Ero una prima, illusa terza durante la gravidanza, scarsa prima dopo. Allora fai come Vittoria, la ex-spice girl, che dicono si è fatta installare un tapis roulant sotto la scrivania :-)

    RispondiElimina
  11. Io ho anche le smagliature..... aiutooo povere noi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle smagliature ammetto la mia fortuna, sarà stato che mi sono unta per tutti i nove mesi, ma quelle me le sono risparmiate!

      Elimina
  12. ripasso solo per dirti che ti aspetto da me per un fantastico giveaway per bambini!!

    grazie

    mari

    RispondiElimina
  13. Ahahahah Mamma Piky mi hai fatto morire dal ridere!!!!
    Ma non guardiamoci allo specchio e piacciamoci un pò per quello che siamo, con la bella stagione, un pò di sole ci donerà un pò di colore alla pelle e via occhiaie, e ci torna pure il sorriso. Suvvia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti punto tutto sull'estate, l'abbronzatura si sa nasconde molte cose!

      Elimina
  14. Stavo pensando di scriverci un post anche io ma ho desistito, troppo negativo, ma per consolarti rivelo le mie verità: ad un anno e mezzo dal secondo parto ho in testa dei ricci (?!) ribelli da scienziato pazzo, non mi vanno più le lenti ed ora occhiali fissi che almeno camuffano le occhiaie, il seno c'è ma svanisce data l'enormità di ciccia che si è accumulata sulla panza e sui fianchi e sembro una perotta moscia e non c'è vestito che camuffi. Sport non ho tempo, estetista non ho soldi, parrucchiere due volte l'anno lo alimento e andrò quando proprio non ne potrò più di vedermi così, dieta? La faccio a sprazzi ma perdere un etto è diventata un'impresa, ho il metabolismo in letargo e nulla lo smuove. Non credo proprio di essere un bello spettacolo ma questo è il mio spettaclo e si va in scena ugualmente, con qualche tentativo di miglioramento, senza risultati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con le lenti a contatto ho spesso anch'io il tuo problema!

      Elimina
  15. Almeno sei magra, dai, di solito è più facile acquistare peso che perderlo!!
    I capelli bianchi e la perdita consistente sono registrati anche dal mio specchio, la pelle secca ce l'avevo già prima, come le occhiaie, ma in più ora ho anche le smagliature...
    Però, se invece che lo specchio guardo il mio bambino...è tutto un altro umore!!!!
    Forza che a volte basta poco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maternità mi ha rivoluzionato il metabolismo e forse l'allattamento prolungato ha inciso e poi mi mangio un sacco di schifezze eh!!

      Elimina
  16. ahahahah sembra il mio di check up!!!senti per i capelli io ne perdevo a ciocche e dallo sèavento andai pure dal dermatologo che mi disse che è una cosa normalissima post allattamento (normalissima per lui che è un uomo,glielo farei provare!!).ho preso un po di integratori mirati (quelli della phyto) e dopo un paio di mesi che avevo smesso di allattare gia vedevo i ciuffetti ricrescere.
    per il resto hai visto te nel blog....mi affido ai fanghi ma come giustamente dici te,se oggi il mio pranzo è stato un pezzo di grana e un tegolino....beh tira te le somme!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio anch'io di pranzi così e pure senza sensi di colpa. Questi integratori della Phyto li voglio provare!

      Elimina
  17. Tesoro come vedi non sei la sola...però il fatto che sei magra ti agevola di parecchio ;-)
    Non avevo fatto caso alla bellissima foto che ti ritrae...mi piace tanto, le ricce mi sono sempre state simpatiche!

    RispondiElimina
  18. ahah. lasciamo perdere i segni sul mio fisico! ad un anno dal 5 parto a me rimangono un paio di chili ovviamente posizionati dove non devono, la pancia flaccida e i seni che possono farmi da sciarpa

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.