Passa ai contenuti principali

LUI NON DORME....RIPOSA!


Abbiamo un problema, inutile negarlo.
Coprire un turno che va dalle otto della mattina, alle undici di sera, per un bambino di due anni e mezzo, non vuol dire attraversare una fase, come sostengono tutte quelle che mi vogliono consolare, ma in realtà mi compatiscono, bensì vuol dire avere un problema.
Inutile e controproducente, girarci intorno.
Il metodo pro-nanna ideato da Mamma Piky, ha fallito!
L'idea per cui, la natura sa, cosa è meglio per lui, e lo porterà a dormire quando, e se, ce ne sarà il bisogno, mi ha portato solo a guardare i programmi in seconda serata e la fine di ogni giornata qui vede il solito delirio.
Per Cestino dormire è una perdita di tempo, lui ha tante cose da fare, tante cose da dire, posti da esplorare e cose da distruggere, e sprecarle sdraiato sul lettino (ma alla fine anche il lettone andrebbe bene) non si può.
La tattica messa in atto, per convincerlo, può anche cambiare, ma il fallimento è comunque assicurato.
 
Saltare il sonnellino pomeridiano non serve e nemmeno anticipare la sveglia mattutina.
Lui ‘bellamente’ se ne frega, dormire non è nei suoi programmi, non è una priorità e a volte nemmeno una necessità.
Rientriamo a casa alle otto suonate, io e il Principe abbiamo un’intera giornata sulle spalle ma, cena a parte, desideriamo ancora dedicargli tempo e attenzioni. Si mangia al volo. Tra un boccone e l'altro, qualche gioco improvvisato, una bella favola, letta mentre si raffredda anche l'insalata, nascondino sparso in pochi metri quadri, ruzzoloni sul tappeto e qualcosa di nuovo ogni volta...
lui si galvanizza e non dorme.
Inutile dirlo, nemmeno la tecnica inversa funziona, ovvero cantare ninna nanne, lasciare che si calmi, rallentare i ritmi frenetici della giornata, profumati bagnetti per prepararlo a dolci sogni…..
lui si rilassa ma, ugualmente, non dorme.
 Per lo meno fino a che non decide di arrendersi e crollare. Tutto questo, ovviamente, non prima che Mamma Piky e il Principe abbiamo "scapocciato", e meditato minacce di ogni tipo, come la semina di puntine sul pavimento di casa.
Questa la storia di casa nostra da qualche mese, aggravata dallo stop “vacanze natalizie”, durante le quali, l'anarchia ha regnato sovrana.
Mi dicono che i bambini sono tutti uguali ma è una balla. Ho nipoti di tutte le età e diverse amiche con prole al seguito, so quello che vedo e non è lo stesso per tutti, anzi diciamo pure che non conosco nessuno che si addormenti così tardi, soprattutto svegliandosi così presto e dormendo così poco. Il problema sonno, qui c’è sempre stato, fin dall’inizio, prima non si dormiva per niente, poi si dormiva a tratti, a volte si dormiva in piedi e ora si dorme quando capita….tanto a lui, nel frattempo, basta riposare.

Commenti

  1. anche io sono in questa "fase" sono gli ultimi ad addormentarsi e primi a svegliarsi!!! aiuto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che la bimba che sta per arrivare abbia altri ritmi!!!

      Elimina
  2. Il problema del sonno è comune a molti bambini, non lasciarti abbattere!
    Magari evita i cartoni e i giochi più attivi dopo cena, quelli che lo svegliano e lo eccitano di più, solo coccole e attività rilassanti. Fai che diventino una consuetudine e pian piano prenderà il ritmo anche lui.
    Con mia nipote ha funzionato. Non dico che ora sia tutto sempre rose e fiori, specialmente crescendo pretende di stare sveglia di più e di vedere i cartoni anche la sera, ma ogni tanto ancora funziona..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui la sera credo voglia recuperare il tempo in cui stiamo lontani, infatti paradossalmente, il week end va meglio.

      Elimina
    2. Sì, non ti abbattere :) concordo con @luv i giochi tranquilli come un libro o la musica da scoltare assieme rendono migliore il tempo che precede il sonno. Con il Giò funziona! (come sai lui ha altri tipi di problemi...ehm...ehmm!)

      Elimina
  3. O Dio questo post sembra scritto da me. Siamo nella stessa situazione, e Daniele ha 21 mesi. Salta, balla, ride, fa capriole fino alle 23/24 e alla mattina svegliarlo per andare all'asilo è un tormento. Senza parlare del fatto che si sveglia ancora di notte. Io sono distrutta, crfedimi. Hai ragione. Dormire è una perdita di tempo per loro. mia madre dice che, non avendomi vista per gran parte della giornata, non vuol far finire il giorno per stare insieme a me. io lo ringrazio e ne sono commossa, ma ti pregoFAMME DORMIIIII.
    p.s.
    Certo che puoi mettere il link del libro su Amazon. Ci mancherebbe.
    Non ho consigli per il sonno!
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....salta, balla, ride, fa le capriole, fino alle 23/24....rende l'idea e per questo tanta solidarietà!!!!

      Elimina
  4. I bambini sono tutti uguali?!?! ULTRABALLE!!! Anche Figlio ha un po' di problemini ma chissenefrega, lo mettiamo nel lettone: quando farà una notte intera allora andrà nella sua stanza, anche perchè IO devo sopravvivere, eh!

    RispondiElimina
  5. Un abbraccio virtuale e basta, inutili consigli, giudizi o storie consolatorie. Un bacio

    RispondiElimina
  6. cestino è molto simile a MrD e Miciomao...Posso contare sulla punta delle dita di un'unica mano, le volte che sono andati a letto prima delle 22, cioè dico io 22, mica 20 eppure la messa a letto la sera a casa nostra non ha mai funzionato. Me ne sono fatta una ragione, anche se qualche volta sclero e minaccio. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure so per certo di bambini che alle nove già dormono!!!! Non sono leggende, e' realtà...di altri però!!!

      Elimina
  7. Comprendo. La monella si è svegliata intorno alle 6 di mattina (quando non erano le 5:30) ogni santissimo giorno per 4 anni abbondanti della sua vita (ora ne ha 5 e mezzo), eliminando il riposino pomeridiano fin da prima dei 3 anni e con risvegli notturni (intendo 2, 3, se non 4 OGNI notte) che duravano mediamente dalla mezzoretta all'oretta intera. Si coricava alle 20-20/30, si, ma nel contesto che ti ho descritto non era una gran consolazione.

    Il monello ha 2 anni, dorme ancora un paio di ore il pomeriggio, ha avuto una fase l'anno scorso in cui la notte a volte si svegliava ma è passata per fortuna presto, però...la sera non chiude gli occhi prima delle 22- 22:30 e soprattutto verso le 6-6:30 è in piedi. SEMPRE.

    Insomma, ti ripeto: comprendo. Non ci sono consigli buoni, tu hai già provato in vari modi senza risultato. Io credo che in definitiva debba solo passare il tempo, deve crescere un pò.
    La monella come per magia ha iniziato a svegliarsi direttamente al mattino (tranne rarissime occasioni, ma se capita che mi chiami di notte si riaddormenta nel giro di 5-10 minuti) e dorme oramai sempre fino alle 7-7:30, coricandosi verso le 21.
    E non abbiamo fatto mai nulla di diverso rispetto a prima, quindi è avvenuta da sè questa normalizzazione.

    Ti auguro che l'attesa per un miglioramento di Cestino sia breve, in vista dell'arrivo della pupetta. Tu comunque armati di pazienza, cara Piky.

    Un forte abbraccio consapevole per esperienza e...forza, tieni duro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che per un verso sono molto vicina alla rassegnazione. Intendiamoci, sono contenta di godermelo un po' la sera, visto che durante il giorno non c'è mai tempo, però a volte la stanchezza e' tanta e doverlo rincorrere anche per mettere il pigiama e' troppo.

      Elimina
  8. leggerti mi consola parecchio, da noi si va a letto un po tardi,ma la nanna pomeridiana è sacra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui l'ha eliminata da solo e le volte che dorme un po', ho la tendenza a non fargli fare riposini lunghi, proprio per provare ad anticipare un po', la messa a letto serale....ma non funziona!!!

      Elimina
  9. Mi viene da piangere perché sono nella tua stessa situazione.
    E la mia piccola ha solo (quasi) undici mesi.
    E' così da sempre, dal momento stesso in cui è venuta fuori dalla pancia.
    Lei il pomeriggio dorme mezz'ora, quaranta minuti al massimo.
    E la sera prima di mezzanotte e mezza non c'è modo di farla dormire.
    Poi, comincia con i risvegli, a intervalli regolari, ogni due ore.
    Io sono distrutta, lei è pimpante e le energie le escono persino dalle orecchie.
    Le ho provate tutte. TUTTE!
    Anche aggrapparmi alle ginocchia del pediatra e piangere singhiozzando. Ma l'unica risposta è stata:"Lei è così. Probabilmente l'hai viziata. Mettiti l'anima in pace."
    La mia anima troverà la pace eterna se continua così. Sigh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fino a che ho allattato Cestino ( ovvero 20 mesi) non si dormiva nemmeno la notte, ogni due ore era sveglio per mangiare ed era diventata più che altro un'abitudine, poi ho detto basta tetta e da allora quelle 6/7 ore di filata le facciamo ma non prima di sera mooooltooooo inoltrata!!!

      Elimina
  10. Non c'è niente da fare, ognuno ha il suo bioritmo.
    Io ho un figlio allodola e uno civetta.
    L'unico che davvero dorme a casa nostra è mio marito, gli basta un appoggio e ronferà senza pudore! ;)

    RispondiElimina
  11. io sai come sto messa. il pupo va a letto abbastanza presto, verso le 9 e mezza diciamo, ma dato che vuole giocare con il padre spesso allunga alle 10. il problema è che poi lui la mattina avrebbe sonno (soprattutto quando poi si sveglia più di tre volte a notte) e io lo sveglio, e dormirebbe di più dopo pranzo ma a scuola lo svegliano per la merenda e l'uscita. Risultato: nervosismo ed agitazione a gogo.
    Dice che passa. Con le elementari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai detto scusa?!?!?!? Con le elementari?????? :-(((((((((

      Elimina
  12. Ciao ho appena scoperto il tuo blog!
    Mi piace molto!
    Mi fa piacere se mi fai sapere cosa ne pensi del mio!
    grazie..kiss kiss!
    www.eccentricvintage.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto....molto carino, pieno di dritte e consigli...anzi passateci anche voi che merita sul serio, perché una mamma e' anche donna!!!

      Elimina
  13. Ho parlato proprio oggi con la pediatra dello stesso problema che ho con Marco (da sempre).
    Se vuoi ti dico quali prodotti (omeopatici) mi ha consigliato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimmi dimmi, si accetta qualunque rimedio...avevo anche pensato ad un bicchierino di grappa!!!!

      Elimina
  14. mamma piky questo post potevo scriverlo anche io, uguale. R quoto in tutto e per tutto Raffaella, noi siamo 18 mesi e per dormire vuole 1h di titta
    aiuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia della tetta la conosco bene, dopo 20 mesi, sull'orlo della nevrosi, ho detto STOP!!!

      Elimina
  15. a casa nostra siamo messi allo stesso modo: non si dorme prima delle 23/24, la mattina è tutto un capriccio e non c'è neanche la scusa che non mi vede perchè passiamo insieme tutto il pomeriggio e spesso tutta la giornata. Anche lui è stato così fin dalla nascita e per i primi due anni di vita non ha dormito mai. Ora, oltre ad esserci una mamma esaurita, attendiamo fiduciosi la scuola materna del prossimo anno;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ci sono miglioramenti, prevedo a breve l'i inizio della piscina, così si sfoga un po'!!!

      Elimina
  16. Purtroppo non posso aiutarti molto, salvo suggerirti,se ne hai la possibilità, di portarlo (o farlo portare) al parco il pomeriggio, o a giocare a calcio o simili, in modo che si stanchi tanto fisicamente..
    Sul fatto che forse vuole recuperare la sera il tempo con voi, penso sia vero, perchè ho la stessa impressione con il nano, che anche se sta praticamente dormendo, appena arriva il papà si riattiva e lo assedia..
    Un abbraccio consolatorio, altro non posso offrire purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che se non funziona nemmeno lo sport, mi rimarrà solo la rassegnazione....per lo meno fin che il tempo non passa!!

      Elimina
  17. Argomento spinoso e tasto dolente...devo ripassare con più calma per lasciarti un commento!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi raccomandò, qui si accettano consigli di tutti i tipi.

      Elimina
  18. I bambini sono uguali??? ma che bufala è? Bea alle 21.00 mi crolla e tira dritta fino al mattino... Filippo prima vuole la mamma, poi il papà... certe sere s'ddormenta un 5 minuti, altre in 1 ora... non c'è rimedio se non che te ne faccia una ragione... e quando vuoi dormire (se puoi e vuoi farlo) mandalo in vacanza per qualche giorno dalla nonna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia che sono tutti uguali credo sia buttata li per consolarmi, ma sotto gli occhi ho troppi esempi per capire che non è vero. Chissà magari dormirà la piccola che è in arrivo?!?!??

      Elimina
  19. Oddio anche Sapientina è così!!!
    Ma tra tutte le sue amichette è l'unica che dorme così poco, anzi che non dorme!!!
    Che faccia o no il riposino pomeridiano (che poi dura un'ora scarsa) non cambia nulla!
    Prima delle 22 non va a letto neanche se abbiamo passato la giornata in giro o è stata tutto il giorno all'asilo!!!
    E alle 7 del mattino è pimpante e felicissima!
    Mi dicevano che andando all'asilo sarebbe crollata di sicuro prima delle 21...bhè è al 2°anno di asilo e alle 21 non è MAI andata a dormire, neanche alle 22!
    A Capodanno i suoi 2 amichetti erano crollati sul pavimento subito dopo mezzanotte...lei ha fatto le 3 senza battere ciglio e ho dovuto metterla a letto, perchè voleva ancora giocare a tombola...alle 8,30 del mattino era in forma come non mai...
    Spero che quando andrà alle elementari...!!!
    Quindi aspetti una bimba??? Auguroniiiiiiiiiiiiiiiii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non parlarmi di elementari che qui siamo ancora lontani!!!! Io sto pensando di fargli iniziare uno sport, magari riesco ad unire l'utile al dilettevole!!!
      Bimba in arrivo per l'inizio di maggio!!! :-))

      Elimina
  20. Evidentemente a lui basta così, forse anche crescendo non sarà mai un dormiglione, sarà un discotecaro che tirerà tardi fino a mattino ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A lui basta, il problema è che non basta a noi!!! cmq è nato di sabato e la gine mi ha detto le stesse cose "sarà un discotecaro!!"

      Elimina
  21. Tranquilla i miei due nani non hanno mai tirato una notte intera e mentre il nano grande a una certa ora decente crolla, il nano piccolo ha delle batterie inesauribili.... Tu hai la bolla al naso e i nervi a fior di pelle? Lui ti guarda canticchiando canzoncine improvvisate che ti fanno ridere a crepapelle!!! Passerà il momento e mi sentirò un po' triste....

    RispondiElimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.