Passa ai contenuti principali

LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE


Cestino non dorme più il pomeriggio.
Non so come sia potuto accadere, è successo e basta, senza segnali premonitori, senza preavviso, senza uno straccio di preparazione. Da un pisolino di due ore, alla veglia più completa. e il cielo sa cos'erano per me quelle due ore!
Apriamo gli occhi all'alba o giù di li, e di filata, arriviamo moooooltooooo più tardi del tramonto.
Nel mezzo c’è il delirio, mio, suo, nostro e di tutti gli sventurati che incontra lungo il cammino. Non so se trattasi di cambiamento definitivo o di parentesi temporanea, ma quel che è certo, è che non ero preparata (in fondo quando mai lo sono stata nel corso degli ultimi due anni?), in più, neanche stavolta, ho trovato uno straccio di bugiardino che spiegasse cause, rimedi ed effetti dell'improvviso fenomeno! Sotto i miei occhi sono passati ben 4 nipoti in età da pisolino, tutti ai primi posti delle classifiche dei dormitori e dei veri campioni della testa sul cuscino, per nipote n. 2 è addirittura in corso una guerra affinché perda questa, che alla veneranda età di quattrenne, è senza dubbio un’insana e controproducente abitudine.
Noi abbiamo accelerato i tempi e di molto, Cestino deve aver pensato che se il papà Principe, vecchio e matusa, dorme a mala pena 6 ore per notte e se la sua mamma Piky, passa le nottate a fare e stendere lavatrici, lui così giovane e arzillo, può mantenere un buon rendimento occupando il turno dalle undici alle sette (ovviamente il problema non è nelle sette).
A pensarci bene è sempre stato così, nei nove mesi di reclusione, di dormire non se ne parlava, lui ballava, saltava, giocava, organizzava feste ed eventi, a ogni ora del giorno e della notte, l'ecografia era una corsa ad ostacoli con la ginecologa sempre sul punto di una crisi di nervi.
"Si dottoressa ma se si muove così ora forse è di buon auspicio e sarà più buono dopo?"
"Cocca scordatelo e ricordati che quello che esce è sempre lui" .....
poi è uscito ed è stato, se possibile, ancor "peggio". Cestino non dormiva, al massimo riposava, con un occhio aperto e uno chiuso, caso mai mi fosse venuto in mente di addormentarmi o star lì a girarmi i pollici. Il riposo del guerriero durava a mala pena mezz'ora, giorno o notte era indifferente così come pancino pieno o vuoto. Questo per 20 mesi circa, poi la tregua...fino a pochi giorni fa, quando, finito il letargo, è ricominciata la battaglia!

P.S. Saltare il pisolino pomeridiano non ha minimamente modificato il turno serale!!!!

Commenti

  1. Oh gioia mia, non era proprio il momento di saltare il riposino pomeridiano vero? Speriamo che sia solo una parentesi MOOLTO breve! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che mai periodo poteva essere meno azzeccato!!!!

      Elimina
  2. mamma mia, ma nemmeno uno cedimento fino a sera?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segni di cedimento sono solo i mille capricci che è' capace di fare, segno che è' stanco ma non vuole cedere!!!

      Elimina
  3. ma neanche al nido dorme?? di solito lì dormono tutti....comunque ne conosco di tipetti come lui e di solito ci nascono ( anche io ne so qualcosa) e si mantengo così anche da grandi! Michy il pisolino lo fa ancora sia al nido che a casa ma credo che per ogni bimbo sia diverso: ci sono quelli che hanno più bisogno di dormire e ti chiedono loro di metterli a nanna e ci sono poi quelli che tanto è inutile che ci provi, loro stanno sempre svegli! io direi che è meglio che proprio non ci provi...secondo me è solo una fase perchè è piccolo e non può reggere per tanto tempo a dormire solo dalle 11 alle 7!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui sta al nido fino alle 13/13.30 circa, quindi niente sonnellino pomeridiano e la mattina e' oramai parecchi tempo che non dorme più.

      Elimina
  4. Di solito si dice che la natura compensa, quindi il secondo dovrebbe essere un dormiglione. Speriamo dai;)

    RispondiElimina
  5. La frase della dottoressa è la stessa che ho detto anche io! :) Da piccola ero come tuo figlio adesso, anche all'asilo ero l'unica bambina sveglia e attiva nella pausa relax del post pranzo, mia mamma aveva chiesto alle maestre se potevano darmi un disegno o qualcosa da fare perchè intanto non dormivo. Quando un giorno la suora ha notato che ero crollata come un sasso non ha voluto svegliarmi e ha aspettato l'arrivo di mia mamma per farle vedere che tutti i bambini prima o poi cedono al sonnellino pomeridiano. Morale? Avevo la febbre a 39.50!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti quando dorme in genere c'è' qualcosa che non va!!!! Io non lo forzo comunque, cerco di assecondare i suoi ritmi ma mi rendo conto che dormire un po' fa bene più che altro a lui perché arriva alla sera che non si regge da quanto è' stanco!!!!

      Elimina
    2. immagino piccolo! ci vorrebbe una mega camomilla dopo pranzo! Magari è una fase, forse poi dopo tornerà ad avere bisogno del riposino! (lo spero anche per la mamma!)

      Elimina
  6. io tremo all'idea del basta riposino... spero avvenga il più tardi possibile che già mi fa venire gli incubi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sento di bimbi che lo fanno anche fino a cinque anni, ora io non pretendevo tanto, anzi mi sarebbe sembrato esagerato, ma per lo meno un altro inverno, poteva durare!!!!!!

      Elimina
  7. Risposte
    1. In realtà su ogni cosa lui è' molto vivace, sempre attivo e pieno di carica....non lo vedo mai camminare...lui è' una scheggia anche dentro casa, corre e basta!!!

      Elimina
  8. Ci sono passata col Grande. Un incubo!

    RispondiElimina
  9. Ahia! mi ricorda qualcuno (o quachDUE, eheh!)
    Dede a 1,5 anni non dormiva già più dopo pranzo, e io da incinta non reggevo proprio... come ho risolto? non ho risolto! piangevo ogni giorno perchè crollavo dal sonno, ma lui niente.
    Ha iniziato a dormire soltanto all'asilo, il vigliacco.
    E quando non dormiva, alle 18.30 si cenava perchè lui diventava isterico dal sonno, così alle 20 poteva andare a letto.
    Poi è arrivato Marco... e da allora è proprio finita. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cestino però va a letto alle undici!!!!!!!!

      Elimina
    2. Ma come fa a reggere? se lo metti a letto prima non si addormenta?

      Elimina
    3. No .....sigh, sigh, :-((((((((

      Elimina
  10. Con chicca sono andata bene per tre anni pieni, poi all'alba dei quattro ha detto basta ed è finita la pacchia! È finita per mia madre che almeno con tutte e due dormienti si riposava fino alle 5 ed è finita per me nel week end, dove stendersi sul divano è ormai un ricordo lontano... Purtroppo nonostante tutti i miei sforzi non c'è verso di farla dormire, però in compenso alle 9 crolla (per poi svegliarsi alle 3 x venire nel lettone, ma quello èun altro discorso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per Cestino ogni tanto asilo politico nel lettone.....ma quello, come hai detto tu, e' un altro discorso ed un po' anche colpa mia!!!

      Elimina
  11. così mi spaventi! l'idea che tra due mesi anche la mia possa saltare la nanna pomeridiana mi terrorizza e mi rende isterica. So che può essere una cavolata, ma hai provato con una camomilla e le canzoncine soporifere dello zecchino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La camomilla sarebbe un'ottima idea, se Cestino la bevesse....invece fin da piccolo non ne ha mai voluto sapere. Ogni sera prima di addormentarmi me ne faccio una tazza e gli dico "cestino la vuoi anche tu?" e lui prontamente "no mamma a me non piace"!!!!

      Elimina
  12. Cavoli, certo che magari tu su quell'oreta ci contavi. Una tregua mentale. E' proprio un birbante. Fosse vuol star sveglio per non perdersi il momento in cui arriva l'altro bebè... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà a me piace godermelo quel l'ora che sono a casa dal lavoro, ma è' per lui che non va bene, si stanca oltremodo e poi diventa adrenalico ed allora si che sono ...........

      Elimina
  13. ahahah piky sei una forza!
    profondissima comprensione, è successo anche a noi e dopo mesi in cui io finivo al tappeto da un paio di giorni riposa di nuovo il pomeriggio, ma lo dico sottovoce :)

    RispondiElimina
  14. La dottoressa la sa lunga! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia ginecologa e' una forza della natura.....c'è' da sbellicarsi dalle risate ad ogni visita....un giorno ve la presentò!!!!

      Elimina
  15. Il racconto delle tue ecografie mi ricorda tanto le mie, mio figlio era già agitato e così è rimasto! Pisolino perso ben prima dei 2 anni e notti brevissime! Ancora adesso raramente ci sono notti intere di sonno.
    Il problema è proprio che più sono stanchi e meno si fermano, anche il tuo si mette a correre proprio nel massimo momento di stanchezza?? Io soluzioni non ne ho trovate ma crescendo le attività aumentano e il sonno pure, almeno alle 6 di mattino non mi alzò più da parecchio, coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui in realtà non cammina, se deve andare in un posto, qualsiasi esso sia, vicino o lontano, ci va correndo. È' una scheggia che gira per casa e da quanto mi raccontano le maestre fa lo stesso anche all'asilo. Non voglio contenerlo, però a volte e' troppo. Sto pensando di mandarlo in piscina...magari un po' di sport aiuta!!!!
      P.S. Sai che lui si muove tantissimo anche per addormentarsi? Poi d'improvviso crolla!!!

      Elimina
  16. il mio non dormiva mai.. e ora fa storie quando deve alzarsi per andare a scuola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scuola????? Quindi ancora la strada è lunga per me!!!!

      Elimina
  17. Ahh povera!!! non ti invidio... io senza il sonnellino pomeridiano della Nutellina non potrei sopravvivere (in quei momenti o dormo anch'io o leggo e mi rilasso)... ti auguro che riprenda presto a dormire!!! magari fallo rilassare davanti ad un libro mentre lo coccoli... se ci riesci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cestino "purtroppo" "funziona" in maniera differente.....più ti applichi, giochi con lui, lo intrattieni, fosse anche leggendo un libro, più sta sveglio!!!! ....ieri comunque un pisolino di 40 min l'ha fatto!!!!

      Elimina
    2. meno male... anche perché più procede la gravidanza più quel "pisolino" pomeridiano aiuta!!! baci mammapiky!!!

      Elimina

Posta un commento

Con un commento mi regalerai un sorriso

POST PIÙ LETTI

GLI INVISIBILI

  Ora ve lo dico quello che penso perché dopo l’ultimo decreto, intensificare le lezioni di yoga non mi aiuta più e mi sono stancata di sentire che “eh ma che vuoi farci un’emergenza così non era mai capitata” ...a parte che la storia vi smentisce e per i mezzi dell’epoca alla fine forse se la sono cavata meglio di noi ...e non venitemi a dire che una volta non ci si spostava come oggi e che il rischio di contagio era minore...con il cacchio che lo era, considerando le condizioni igieniche e che in una casa ci vivevano anche in 20! Comunque il nuovo decreto tra le varie cose, su cui voglio sorvolare, perché alla fine sono disposta a credere nella bontà delle intenzioni, c’è la disposizione che i bambini già dalle elementari devono indossare la mascherina anche quando sono seduti al banco e per tutte le ore di lezione.

LA RIPARTENZA

Abbiamo ripreso più o meno la vita di sempre.  I ritmi lavorativi, ritornati nella norma , hanno spazzato via anche le ultime riserve di riposo che la quarantena ci aveva regalato. La didattica a distanza ha fatto il resto e sto facendo il conto alla rovescia insieme ai miei figli. Siamo tornati al ristorante già un paio di volte e mangiare la pizza appena sfornata non ha niente a che vedere con la consegna a domicilio. I pargoli di casa hanno ripreso gli sport e ora ci stiamo organizzando per il corso di nuoto estivo. Siamo tornati al super , a comprare vestiti e scarpe, al percorso verde della città, al mercato ....e desidero fortemente un breve fuga al mare nell’immediato.

COSA TENGO E COSA LASCIO

In teoria sarebbe da prendere e da buttare : tutto, anche i primi due mesi dell’anno, perché sono stato il preludio alla tempesta con in più il rammarico di aver creduto a chi, ai tempi, ci diceva “non è niente, è solo un’influenza”. Insomma questo 2020 dall’inizio alla fine non ci ha lasciato speranze e non ha avuto chance ...credo che mai come quest’anno, la gente abbia aspettato la mezzanotte per salutarlo e, mi verrebbe da aggiungere, in malo modo. Però l’altra sera, mentre tornavamo a casa in macchina, ho fatto un sondaggio casalingo  “Cosa lasciate e cosa tenete di questo 2020?”  Non hanno avuto dubbi... le vacanze : quelle sulla neve di febbraio e le altre al caldo sole di agosto. I compleanni, il calcinculo sotto casa che ci ha tenuto compagnia per tutta l’estate, l’inizio del lock down, quando non andare a scuola sembrava solo una festa, la ripresa di settembre , l’emozione di rivedersi , e poi queste feste , rinchiusi in casa ma felici e con la pancia piena. Ed io?

GIGANTI NEL GIARDINO DI CASA

Hanno visto restringersi il mondo dalla sera alla mattina, in una manciata d’ore tutto è cambiato senza che se ne rendessero conto, con una percezione di quello che c’era fuori “giustamente” filtrata dalle parole di mamma e papà. Da sempre considerati “piccoli” e quindi bisognosi di una guida, in questa situazione sono stati considerati addirittura “invisibili” , ignorati in tutto e per tutto dalla moltitudine di disposizioni, che nel frattempo però si stavano occupando di giri del palazzo, delle necessità dei cani e persino del dilemma “cancelleria sì o cancelleria no”. È vero era un’emergenza, ma lo era per tutti, anche per loro, per cui nessuna polemica, ma nemmeno nessuna scusante per il vuoto cosmico che li ha travolti.

IL 2020 CHE VERRA'

Sarà che quando una cosa nasce storta, ci credo poco che si raddrizzi, sarà che mio fido molto della prima impressione e pure che l’esperienza, nel bene o nel male, difficilmente mi porta così lontano dalla realtà…sta di fatto che questo 2019 mi è stato antipatico fin da subito e che oggi dopo 12 mesi, sono veramente contenta che finisca…ovviamente con la speranza che il 2020 non sappia fare di peggio.